CENTRO DIFFUSIONE IMPRENDITORIALE DELLA TOSCANAFormazione
Orientamento al lavoro
Consulenza aziendale
HOME    |    AZIENDA    |    SERVIZI    |    PROGETTI    |    CORSI    |    NEWS & EVENTI    |    CONTATTI    |    INTRANET

Ascensorista

L’Italia è la nazione con il più alto numero di impianti ascensoristici al mondo. Settecentomila apparecchi “trasportano”, ogni giorno nel nostro paese, quarantacinque milioni di utenti facendo dell’ascensore il mezzo di locomozione più utilizzato dopo l’automobile. A questi dati è sufficiente aggiungere i numeri relativi alle piccole e medie imprese (1.600) ed ai loro addetti (15.000 dipendenti) per cogliere la dimensione di un mercato del lavoro piuttosto florido che continua a creare ottime opportunità d’impiego nel nostro Paese. Secondo le stime forniteci dall’ANACAM – l’Associazione Nazionale delle Imprese di Costruzione e Manutenzione degli Ascensori – nell’ambito delle Piccole e Medie Imprese operanti nel settore, al termine del quinquennio 2000/2005, è prevedibile un incremento occupazionale di oltre 9.000 addetti. L’installazione di nuovi apparecchi, gli interventi di manutenzione e la progressiva opera di ammodernamento dei vecchi impianti aprono così la strada per l’inserimento nel mondo del lavoro di molte figure tecniche: soprattutto periti ed ingegneri. Ma come si diventa “ascensorista”? Per potersi “fregiare” di questo titolo indispensabili sono una formazione teorica e una preparazione pratica, convalidate attraverso il superamento di un esame di abilitazione che consente alla fine di conseguire il cosiddetto “patentino”. La necessità di reperire personale tecnico e qualificato pone in primo piano la questione della formazione professionale: l’apprendistato presso ditte di manutenzione e montaggio di ascensori è, in genere, la strada più seguita dai giovani per fare un primo ingresso nel mercato del lavoro ed imparare un mestiere che richiede esperienza e grande responsabilità; accanto a questo strumento formativo i datori di lavoro consigliano di conseguire un diploma di perito tecnico (elettrico, elettronico…) e di frequentare i corsi di formazione professionale promossi dai Comuni, dalle Regioni dalle Province e recentemente dai Fondi Interprofessionali.
 
Obiettivi formativi
L’Ascensorista è un lavoratore qualificato. Necessita di una buona preparazione tecnica e di aggiornamenti costanti conseguenti allo sviluppo tecnologico del mezzo su cui interviene. Deve conoscere le leggi che stabiliscono i parametri di sicurezza degli impianti. Deve rispondere a una gamma di problemi piuttosto ampia e, dato che intrattiene rapporti con l’utente finale, deve essere anche in grado di gestirli sul piano interpersonale. Lavora generalmente otto ore al giorno, ma periodicamente deve essere disponibile (24 ore su 24 e 7 giorni su 7) per gli interventi urgenti. Il lavoro del manutentore è necessariamente molto autonomo. Basti dire che le consegne, esclusi i casi urgenti, nelle grandi aziende vengono passate mensilmente e i tempi e la periodicità dell’intervento, nei fatti, vengono decisi dall’operaio stesso. Le aziende, per quanto cerchino di farlo costantemente, non riescono a controllare fino in fondo l’operato di questi lavoratori, per questo è importante che i lavoratori ricevano una formazione professionale appropriata.
Le sue attività possono comprendere: installare e riparare ascensori e montacarichi, inclusi i circuiti elettrici, il motore e il sistema di frenata; controllare periodicamente il funzionamento ascensori e montacarichi incluso lo stato dei freni; registrare nel libretto di manutenzione visite e riparazioni effettuate. La sua attività si svolge prevalentemente presso edifici, dove si lavora sospesi ad elevata altezza da terra e in luoghi di difficile accesso.
L’operatore esperto nella installazione e manutenzione di ascensori è infatti una figura professionale con competenze sia elettriche che meccaniche specifiche per il settore negli impianti di elevazione, in grado di eseguire l’installazione, il montaggio, la riparazione e la manutenzione di ascensori.
 
 Programmazione didattica
 1^ lezione
Elettrotecnica-Grandezze caratteristiche. Tensione, corrente, regime alternato e continuo, sistemi elettrici monofase e trifase.
Elettrotecnica-componenti elettrici basilari. Resistenza, condensatore, induttanza, diodo, motore elettrico. Conversione AC/DC.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
2^ lezione
Sicurezza elettrica: elettrocuzione e folgorazione, curva di sicurezza, sistemi elettrici TT/TN/IT, portate di conduttori, sovracorrenti, dispositivi di protezione da sovracorrenti, protezione dei contatti indiretti, impianti di terra, interruttore differenziale.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
3^ lezione
Impianti elettrici: schema tipico dell’impianto elettrico di un impianto ascensore, requisiti specifici, dimensionamento del conduttore, illuminazione del vano scale e della cabina. Impianti a bordo macchina. Protezione dei componenti elettrici, dispositivi salvamotore, relè, introduzione ai circuiti di comando delle macchine, circuiti di potenza e di comando, simbologie, schemi tipici, requisiti specifici per gli impianti ascensore, contatti di sicurezza, protezione di avviamento accidentale.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
4^ lezione
Legge 24 ottobre 1942 n° 1415
D.P.R. 24 dicembre 1951 n° 1767
D.P.R. 29 maggio 1963 n° 1497
D.M. 28 maggio 1979 n° 587
Introduzione, scopo e campo di applicazione. Vano di corsa.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
5^ lezione
Locali del macchinario e delle pulegge di rinvio.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
6^ lezione
Porte di piano.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
7^ lezione
Cabina contrappeso.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
8^ lezione
Organi di sospensione. Stabilità di scorrimento delle funi portanti. Pressione specifica delle funi portanti.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
9^ lezione
Paracadute. Limitatore di velocità. Guide-Ammortizzatori e dispositivi di extracorsa-Distanza tra cabina e parete e tra cabina e contrappeso.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
10^ lezione
Installazione ed apparecchiature elettriche. Protezione contro i guasti elettrici.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
11^ lezione
Comandi e precedenze. Avvisi ed istruzioni per la manovra. Appendice A-Appendice B-Appendice C- Appendice D-Appendice E.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
12^ lezione
Prova pratica.
Durata 3 ore in orario di lavoro prove pratiche
 
13^ lezione
D.P.R. 268 del 28/03/1994. Regolamento recante l’attuazione della Direttiva n.90/486 CEE relativa alla disciplina degli ascensori elettrici, idraulici ed oleodinamici. Vano di corsa. Locali del macchinario. Porte di piano. Cabina.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
14^ lezione
Sospensioni, precauzioni contro la caduta libera, la discesa a velocità eccessiva ed abbassamento lento. Guide-Ammortizzatori e dispositivi di extracorsa di sicurezza. Distanza tra cabina e parete del vano. Gruppo cilindrico-pistone ed altre apparecchiature.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
15^ lezione
Installazione ed apparecchiature elettriche. Protezione contro i guasti elettrici, comandi e precedenze. Impianti secondo quanto previsto dalla Legge 9 gennaio 1989 n°13. Impianti modificati UNI 10411.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
16^ lezione
Prova pratica.
Durata 3 ore in orario di lavoro prove pratiche
 
17^ lezione
Direttiva ascensori. Analisi DPR 162/99.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
18^ lezione
Principali differenze norme UNI-EN 81-1 del 1999 e norme UNI-EN 81-1 del 1985.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
19^ lezione
Principali differenze norme UNI-EN 81-2 del 1999 e norme UNI-EN 81-2 del 1987.
Durata 3 ore in orario di lavoro lezione frontale
 
20^ lezione
Principali operazioni di verifica ascensori. Test finale e conclusioni.
Durata 3 ore.
 
Durata complessiva del corso di formazione 88 ore così distribuite:
Ø      Aula: Durata: 60 ore
Ø      Studio Individuale in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro Durata 8 ore
Ø      Project Work Personalizzato presso la propria azienda. Durata : 20 ore di cui 8 ore con l’assistenza di un consulente
Destinatari: dipendenti ed imprenditori
 
Per Informazioni: CEDIT   Tel.055.489597 Fax 055.482942 E-Mail cedit@cedit.org
 

 

NEWS & EVENTI

Pubblicati i bandi per i progetti "drop out" a Prato

Opportunità per i giovani che hanno interrotto gli studi (con più di 15 anni), sono aperti i bandi per candidarsi ai corsi gratuiti per le qualifiche professionali biennali di:

Operatore Elettronico

Estetista

Acconciatore



leggi tutto…

Pubblicata la graduatoria del corso IFTS LOGICA.MENTE
Comunichiamo che è stata pubblicata la graduatoria di ammissione al corso. Questa è scaricabile dalla sezione del sito PROGETTI > IFTS LOGICA.MENTE
leggi tutto…

Leggi tutte le news

 

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter per ricevere le novità comodamente nella tua email.

Iscrizione newsletter

 

CERTIFICAZIONI

Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana cod. FI0039
 
Certificazione Qualità ISO 9001:2008 per attività di Formazione, Orientamento e Ricerca
 
Iscrizione al Registro MIURSTper le attività di Ricerca
 
Accreditiamento Consorzio COOPECO programmi AL INVEST
   
HOME    |    AZIENDA    |    SERVIZI    |    PROGETTI    |    CORSI    |    NEWS & EVENTI    |    CONTATTI    |    INTRANET
CEDIT - Via Giovanni del Pian dei Carpini,34/38- 50127 Firenze - Tel. 055.489597 / 055.4620117 - Fax 055.482942 - cedit@cedit.org
P.iva: 04171020482 - R.I. Tribunale di Firenze n. 55853 - Cap. Sociale Euro 50.000,00 i.v.
© 2006-2007 CEDIT S.cons.rl. - Tutti i diritti riservati - Privacy - powered by QNT Technology